Oscillatori Forex: Analisi Tecnica Forex

Il nome dell'oscillatore deriva dalla parola latina oscillo che significa “io oscillo”. Nell'analisi tecnica oscillatore è l'espressione matematica della velocità dei movimenti di prezzo nel tempo. Con la loro forma gli oscillatori sono indicatori avanzati.
I concetti di base dell'utilizzo degli oscillatori sono le condizioni di ipercomprato e ipervenduto del mercato. Il mercato è in ipercomprato quando il prezzo è vicino al suo limite massimo e il suo ulteriore miglioramento sembra improbabile. Al contrario, la situazione di ipervenduto si verifica nel momento in cui il prezzo è così basso, che il suo calo ulteriore sembra improbabile. Sebbene l'analisi e l'utilizzo degli oscillatori vengano meglio rappresentati durante lo stato stabile del mercato, con il loro aiuto si può determinare anche il momento dell'inversione della tendenza.
Per Individuare il momento di una inversione di tendenza bisogna conoscere i concetti di convergenza e divergenza dell'oscillatore con la direzione dei movimenti di prezzo.

  • Average True Range

    L'Average True Range (ATR) è un indicatore sviluppato da Welles Wilder che serve a misurare la volatilità del mercato. L'indicatore non fornisce una indicazione della direzione dei prezzi. A differenza del True Range, l'ATR tiene conto anche della volatilità dei gap e dei movimenti limitati. L'indicatore ATR mostra l’interesse del mercato ai movimenti di prezzo in quanto i bruschi movimenti e inversioni di tendenza sono normalmente accompagnati da grandi catene.

  • Bande di Bollinger (Bollinger Bands)

    Le Bande di Bollinger (devono il nome al loro inventore) sono utilizzate per misurare la volatilità del mercato, confermare la direzione, avvertire di una possibile continuazione o inversione di tendenza, periodi di consolidamento, aumento della volatilità per inversioni e per indicare i minimi o massimi locali.

  • Commodity Channel Index - Indicatore CCI

    Il Commodity Channel Index è un indicatore ideato da Donald Lambert. Nonostante lo scopo iniziale fosse quello di identificare nuove tendenze, oggi quest'indicatore è ampiamente utilizzato per misurare la distanza del prezzo attuale dal prezzo medio dell’asset.

  • Indicatore DeMarker

    L'indicatore DeMark, creato da Thomas DeMark, è uno strumento che aiuta a identificare le opportunità di acquisto o vendita.

  • Indicatore Envelopes

    L'indicatore Envelopes mostra la condizione di ipercomprato/ipervenduto e permette di identificare i punti di ingresso e uscita, nonché potenziali inversioni del trend.

  • Indicatore Force index

    L’indicatore Force index, sviluppato da Alexander Elder, misura la forza dei movimenti di prezzo in base a tre elementi essenziali: la direzione, l'estensione e il volume. L'indicatore oscilla attorno allo zero, che rappresenta il punto di equilibrio relativo per le forze che determinano la direzione del prezzo.

  • Indicatore Ichimoku - Ichimoku Kinko Hyo

    L’indicatore di analisi tecnica Ichimoku Kinko Hyo (Equilibrio del grafico a vista) è uno strumento di analisi tecnica creato nel 1968 da Goichi Hosoda, un giornalista giapponese. Il concetto del sistema era quello di ottenere una conoscenza immediata del sentiment, dello slancio e della forza del trend con lo studio dei cinque componenti del sistema e la dinamica dei prezzi in termini del carattere ciclico delle loro interazioni provocato dalle dinamiche dei comportamenti umani.

  • Indicatore Convergenza e Divergenza di Medie Mobili (MACD)

    L'indicatore Convergenza e Divergenza di Medie Mobili , comunemente noto come MACD, fu sviluppato da Gerald Appel per rivelare cambiamenti nella forza e la direzione del trend.

  • Indicatore Momentum: Oscillatore Forex

    Il Momentum è un indicatore che determina la tendenza del mercato e la velocità di movimento dei prezzi confrontando i prezzi attuali con quelli passati.

  • Relative Vigor Index - Indicatore RVI

    Il Relative Vigor Index è un indicatore di analisi tecnica ideato da John Ehlers per determinare la direzione del trend attuale. Il RVI si basa sull’idea che in un mercato al rialzo il prezzo di chiusura è di solito più alto del prezzo di apertura e in un mercato al ribasso il prezzo di chiusura è più basso del prezzo di apertura.

  • Relative Strength Index

    Il Relative Strength Index è un indicatore ideato da Welles Wilder che valuta la dimensione dei recenti rialzi e ribassi e misura la velocita di movimento dei prezzi.

  • Indicatore Stocastico

    L'oscillatore Stocastico fu sviluppato da George Lan, lo scopo del quale è quello di identificare il trend e i punti di inversione. L'indicatore misura il rapporto tra un prezzo di chiusura e il range dei suoi prezzi in un determinato periodo di tempo.

  • Williams Percent Range

    Il Williams Percent Range (%R) è un indicatore tecnico ideato da Larry Williams che serve a determinare i momenti in cui il mercato si trova in condizione di ipervenduto o ipercomprato. A differenza dell'Indicatore Stocastico Williams Percent Range è composto da una linea e presenta una scala capovolta.